Storie di pace

“Il coniglio diceva: la cosa più importante è avere orecchie lunghe…”: è l’inizio di un’appassionata discussione tra gli animali del bosco in cui di volta in volta la particolarità di ognuno viene …

“LA COSA PIÙ IMPORTANTE” edizioni  FATATRAC

Isolato in trincea, un soldato combatte contro un nemico che non vede, ma che di certo è un mostro. O almeno, così dice il manuale che gli hanno dato i comandanti. Una notte, però, il soldato si avventura fuori dal suo buco e scopre che il terribile nemico, in realtà, non è poi così diverso da lui. E che la pace è molto meglio della guerra.  

“IL NEMICO” edizioni TERRE DI MEZZO

Flon-Flon e Musetta sono amici e giocano sempre insieme fino al giorno in cui scoppia la guerra e non possono vedersi più perché Musetta “sta dall’altra parte della guerra”.

“FLON FLON E MUSETTA” edizioni AER

Sulla sponda di un fiume abitano due famiglie di contadini, una sulla riva sinistra e l’altra sulla riva destra. Fra le famiglie non scorre buon sangue e spesso litigano fra di loro. Ma un giorno, quando le acque nel fiume si sono abbassate, i bambini non resistono alla tentazione e attraversano il fiume…

“IL PONTE DEI BAMBINI” edizioni  BOHEME

Meno male che c’è un grande muro che divide il libro! Da questo lato siamo al sicuro, dall’altro invece ci sono tanti pericoli e persino un terribile orco affamato. Ma sarà proprio vero ?

“IL MURO IN MEZZO AL LIBRO” edizioni IL CASTORO

Tutto ha inizio per una sciocchezza: di tutti i fiori del prato, un topolino vuole per sé giusto quello che un ranocchio ha appena raccolto… e se lo prende. Il ranocchio chiama in aiuto i suoi amici e il topo, allora, organizza la difesa. In un baleno, sul prato si scatena la guerra: attacchi e ritirate, contrattacchi e agguati, fino alla distruzione. Dove prima sbocciavano i fiori, non resta che desolazione. Fra le rovine, un fiore sciupato. La guerra … perché.

“PERCHÉ?” edizioni NORD SUD

Tante piccole fiabe per ridere, sognare e pensare. Quattordici storie che insegnano a ripudiare la guerra e i conflitti e a privilegiare la pace, l’amicizia e la fantasia, immaginando modalità diverse per la costruzione di un mondo non violento. …

“FAVOLE DI PACE” edizioni ad alta leggibilità TERRA SANTE

Dallo scontro all’amicizia, dalla lite più accesa alla condivisione di un tramonto, David Mckee distrugge l’ostacolo che ci impedisce di accogliere nuove prospettive e ci invita alla riflessione: siamo proprio sicuri che la nostra verità non sia parziale? 

“DUE MOSTRI” edizioni LAPIS

Il signor Bruno, un coniglio marrone, e il signor Bigio, un coniglio grigio, vivono in due tane vicine. Sono sempre andati molto d’accordo, ma un giorno iniziano a litigare… finché una brutta avventura li farà tornare amici. 

“IL LITIGIO”  edizioni BABALIBRI

Condividi:

Da dove partire per parlare di guerra ai bambini?

Non abbiamo dubbi sulla necessità e ineluttabilità di parlare e soprattutto di dare voce ai bambini anche in merito al tema della guerra. Gli avvenimenti di questi giorni, così vicini e così presenti sui media, arrivano ai nostri alunni e non li lasciano certo indifferenti. È facile banalizzare quando si parla di guerra e di pace, cerchiamo di evitarlo. Il nostro compito, crediamo, è di dare voce alle paure, ai pensieri e alle angosce che i nostri bambini provano mentre ascoltano e soprattutto vedono immagini terribili. E anche dare una speranza che c’è sempre qualcosa che si può fare. Sappiamo quanto una storia mirata e non banale  possa aiutarci ad affrontare i temi più difficili.

Per questo vi proponiamo tre testi che, a nostro parere, possono avvicinarli con passo lieve ad un tema così pesante.

Roberto Piumini Le cinque isole De Agostini
David McKee I conquistatori Il Castoro
Paolo Marabotto Il paese dei colori Lapis

Condividi: